TorTour 2016: tracciato

http://www.gpsies.com/mapOnly.do?fileId=kzmvxwvkfnkfjgqw

Annunci

TorTour 2016: presentazione

Dolomiti di Sesto e di Comelico, Alpi Carniche, Longerin e Colesei sono le cime che fanno da cornice a questo itinerario sui sentieri e sulle sterrate a cavallo tra Alto Adige, Austria e Veneto. Si pedala per boschi, valli e vette con panorami di incantevole bellezza tra montagne Patrimonio dell’Unesco.

160 km complessivi con 7100 m. di dislivello in salita (900 m. in funivia) e discesa da percorrere in 4 giorni.

Il percorso ad anello ha come partenza ed arrivo Dobbiaco (BZ) ed è interamente pedalabile ad eccezione di qualche di portage durante il Demut Passage sull’Alta Via Carnica nel corso del secondo giorno e il tratto finale della salita al Passo Palombino nel terzo giorno. Il primo giorno prevede un tratto con impianto da Versciaco a Monte Elmo.

Il percorso si snoda in parte sul tracciato dello Stoneman Trail ed in parte sui tracciati di alcune classiche di gran fondo mtb come la Pedalonga e la Dolomiti Superbike, attraversando anche il Parco Naturale Tre Cime.

Pernottamenti: Sillianerhütte (m. 2447), Rifugio Forcella Zovo (m. 1606), Rifugio Prati Croda Rossa (m. 1924).

Giorno 1: dislivello importante, sul Cornetto di confine si scollina oltre m. 2500, nella seconda parte si risale quasi alla stessa quota per il pernotto (dopo un tratto con impianto)

Giorno 2: spettacolare ed impegnativo il Demut Passage, 15 Km di trail in quota, quindi oltre 10 Km di discesa su sentiero verso Val Padola

Giorno 3: la tappa più impegnativa per dislivello, dopo essere scesi in Val Visdende ed aver girato intorno alle Crode dei Longerin, si passa sull’altro versante, spettacolare il passaggio sotto i Colesei

Giorno 4: giornata finale con minore difficoltà, ma ricchissima di soddisfazioni con il fantastico trail che scende in Val Fiscalina e Val di Sesto, quindi salita ai Baranci ed attraverso le malghe sopra Dobbiaco si raggiunge anche il lago omonimo.